AdBlue per Auto a Motore Diesel: cos’è, per chi è obbligatorio e consumi

adblue-e1557414435365.jpg

A partire dal 1 Settembre 2016, con l’entrata in vigore della nuova normativa Euro 6 dell’Unione Europea, si sono posti dei valori limite alle emissioni inquinanti, in particolare per quanto riguarda le emissioni di ossidi di azoto (NOX) da parte delle autovetture alimentate a Diesel.

Per abbattere le emissioni degli Nox nei gas di scarico, le case automobilistiche hanno messo in campo tecnologie di controllo come l’SCR (Selective Catalyst Reduction) che si basa su un catalizzatore a monte del quale viene iniettato l’additivo AdBlue.

Che cos’è l’AdBlue?

L’AdBlue è un particolare additivo composto dal 67,5% di acqua e dal 32,5% di urea. Viene automaticamente iniettato nel sistema di scarico a seconda del regime di funzionamento del motore del veicolo. Per effetto delle alte temperature l’urea si trasforma in ammoniaca che va a reagire con gli ossidi di azoto (NOX) trasformandoli in innocuo azoto e vapore acqueo.

Qual è il consumo medio di AdBlue

Questo additivo è contenuto in un serbatoio dedicato che può variare dai 17 ai 25 litri e viene iniettato a monte dal sistema SCR in percentuali che vanno da 1,5 a 2 litri ogni 1000km. Qualora il prodotto finisse, l’autovettura non si accende fino al successivo riempimento.

Dove Comprare l’AdBlue

AdBlue è disponibile in commercio in due modalità di acquisto: in tanica oppure sfuso presso le stazioni di servizio provviste di apposito erogatore. La modalità sfusa è preferibile in quanto lo stoccaggio della tanica successivamente all’acquisto è soggetto a condizioni di conservazione che se non rispettate possono alterare il prodotto.

I Vantaggi dell’AdBlue per l’ambiente e per l’auto

L’utilizzo dell’AdBlue comporta vantaggi sia per l’ambiente che per il veicolo. Grazie a questo speciale additivo gli ossidi di azoto nocivi vengono convertiti in azoto elementare ed acqua, di conseguenza l’aria è più pulita aiutando a tenere sotto controllo il tanto temuto effetto serra.
Ci sono vantaggi anche per il veicolo, infatti l’AdBlue alleggerisce il motore e lo protegge da frequenti interventi di manutenzione.

In quali automezzi è obbligatorio utilizzare AdBlue

L’utilizzo di AdBlue è obbligatorio per tutti i veicoli con motore Diesel rispondenti alla normativa Euro 6 (dal 2016 in poi).

Tra le prime case automobilistiche a proporre veicoli dotati di sistema SCR che utilizzano AdBlue:

  • Audi
  • BMW
  • Citroën
  • Ford
  • GM/Opel
  • Hyundai
  • Jeep
  • Maserati
  • Mercedes Benz
  • Peugeot
  • Range/Land Rover
  • Renault
  • Toyota e Mazda
  • Volkswagen

Verosimilmente dopo la normativa Euro 6 del 2016 il numero di produttori che introdurranno vetture con sistemi SCR è destinato a crescere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top