Autotrasporto conto terzi, come avviare la professione

truck-2.jpg

L’attività di trasporto conto terzi è disciplinata nel nostro ordinamento dall’art. 40 legge 298/74 , stabilendo che è “l’attività imprenditoriale per la prestazione di servizi di trasporto verso un determinato corrispettivo”.

Cosa serve per esercitare questa professione?

Il documento principale per l’esercizio di quest’attività è la licenza, che si ottiene con l’iscrizione da parte dell’imprenditore all’albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi e che abbia ottenuto apposita autorizzazione. Tale autorizzazione consente di poter trasportare su strada in c/terzi su tutto il territorio nazionale ed è concessa a ciascun veicolo con validità per il traino di rimorchi e semirimorchi.

Come ottenere l’autorizzazione richiesta?

Le autorizzazioni sono rilasciate dagli uffici provinciali della motorizzazione civile e dei trasporti in concessione alle imprese con sede su territorio di competenza degli uffici stessi iscritte all’albo.
Per ottenere la licenza trasporto c/terzi è necessario fare una distinzione dettata dal peso trasportato, ovvero:

  • Autotrasporto c/terzi inferiore a 1.5 tonnellate di peso complessivo
  • Autotrasporto c/terzi superiore a 1.5 tonnellate di peso complessivo

Requisiti per licenza autotrasporto c/terzi fino a 1,5 tonnellate

Per autotrasporto c/terzi inferiore a 1.5 tonnellate di peso complessivo, il requisito richiesto è uno solo:

  • ONORABILITÀ
    l’interessato non deve essere stato delinquente abituale, professionale o per tendenza e non deve aver riportato condanne o pene superiori a 2 anni e 6 mesi

Requisiti per licenza autotrasporto c/terzi superiore a 1,5 tonnellate

Per autotrasporto c/terzi superiore a 1.5 tonnellate di peso complessivo, oltre al requisito dell’Onorabilità, l’interessato deve dimostrare anche il requisito di:

  • CAPACITÀ FINANZIARIA
    dimostrabile tramite attestazione rilasciata da un revisore contabile.
    L’interessato deve disporre di € 50,000 per 1 autoveicolo adibito all’attività di trasporto su strada e di € 5.000 per ogni autoveicolo supplementare.
  • CAPACITÀ PROFESSIONALE
    che si acquisisce con:
    • diploma di maturità
    • in assenza di diploma di maturità, tramite il superamento di un esame presso la provincia di residenza previa frequentazione di apposito corso
    • esperienza pratica continuativa ed attuale a livello direzionale di almeno 5 anni in imprese dell’UE
scroll to top