Patenti per l’Autotrasporto: la C e la C1

truck-e1557304521457.jpg

La patente C

La patente C abilita alla guida di veicoli idonei al trasporto di cose in conto proprio ed è il punto di partenza per chi desidera intraprendere la carriera di conducente di mezzi adibiti al trasporto merci.

Fino al 2009 la patente di categoria C bastava da sola a condurre veicoli in modo professionale, poi le cose sono cambiate ed è stata introdotta un’integrazione obbligatoria alla patente C: la CQC (Carta di Qualificazione del Conducente).

Attualmente la patente di tipo C serve per condurre mezzi pesanti ma in conto proprio (non per soggetti terzi).

Con la patente C si possono guidare guidare:

  • Autoveicoli per il trasporto di cose con massa complessiva superiore alle 3.5 tonnellate anche trainanti un rimorchio leggero, ovvero fino ai 750 Kg (per i rimorchi pesanti è necessario il conseguimento della patente CE).
  • Tutti i veicoli conducibili con le patenti AM (ciclomotori), B e C1.

I principali requisiti per ottenere la patente C sono:

  • Avere compiuto 21 anni (l’età minima scende a 18 anni se iscritti al corso per il conseguimento della CQC merci).
  • Essere già in possesso di patente B.
  • Ottime condizioni fisiche.

I conducenti con età inferiore ai 21 anni non potranno guidare comunque mezzi con massa complessiva superiore alle 7.5 tonnellate, a meno che, non abbiano conseguito la CQC in forma completa (280 ore).

La patente C1

La patente C1 è stata introdotta solo dal Gennaio 2013 ed è una variante della più conosciuta patente C.
Questo tipo di patente è molto utile a quelle persone che hanno necessità di guidare mezzi con un tonnellaggio limitato poiché, l’iter per procedere all’esame è meno complesso di quello della patente C e si affrontano meno argomenti.

Con la patente C1 si possono guidare guidare:

  • Tutti i veicoli di categoria B.
  • Veicoli per il trasporto di cose con massa complessiva tra le 3.5 e le 7.5 tonnellate, anche con rimorchio leggero, progettati per il trasporto di non più di 9 persone compreso il conducente.
  • Macchine operatrici eccezionali (autogru, pale, escavatori ecc.).

I principali requisiti per ottenere la patente C1 sono:

  • Avere compito 18 anni.
  • Essere già in possesso di patente B.
  • Ottime condizioni fisiche.

Cosa hanno in comune la Patente C e la Patente C1

I due documenti di autorizzazione alla guida, come visto, sono differenti tra loro, tuttavia hanno almeno tre analogie.

1. Stessi requisiti fisici richiesti per ottenere patenti C e C1

I requisiti fisici richiesti per ottenere questi due tipi di patente sono diversi da quelli a cui siamo abituati, ad esempio, per la normale patente di tipo B. Ecco una tabella che può aiutare a capire cosa si intende per “ottime condizioni fisiche” a seconda della tipologia di patente:

2. Costi simili per il conseguimento della patenti C e C1

Per avere la patente di tipo C o di tipo C1 ti puoi rivolgere ad un’autoscuola o direttamente alla Motorizzazione.

TRAMITE SCUOLA GUIDA – Nel primo caso la spesa sarà maggiore, in virtù del fatto che dovrai frequentare lezioni teoriche e pratiche di guida. La spesa si aggira intorno a 800 – 1.000 € e dipende dal numero delle lezioni di guida pratica.

TRAMITE MOTORIZZAZIONE CIVILE – Se preferisci affrontare l’esame da privatista, per la prova di teoria devi presentare domanda direttamente alla Motorizzazione. Per quanto riguarda la prova pratica invece, essendoci l’obbligo di utilizzo di un veicolo a doppi comandi, dovrai rivolgerti comunque ad una scuola guida. Il costo complessivo è di circa 400 – 500 €.

Chiedi sempre un preventivo all’autoscuola poiché i prezzi variano da struttura a struttura e da regione a regione. Normalmente i costi per la patente C1 sono leggermente inferiori.

3. Stessi termini di validità per patenti C e C1

Le patenti C e C1 hanno validità per 5 anni fino al raggiungimento del 65esimo anno d’età, dopodiché vanno rinnovate ogni 2 anni presso la Commissione Medica Locale

scroll to top